Skip to content

I sapori di un tempo: la pastiera napoletana

 


Cari amici lettori, in questo numero de “I sapori di un tempo” vorrei illustrarvi la  ricetta di un dolce pasquale: la pastiera napoletana. Le sue origini risalgono all’era romana o addirittura greca, quando la sirena Partenope scelse il golfo di Napoli come sua dimora. Per ringraziarla della sua splendida voce,   il popolo le portava in dono sette alimenti: farina, ricotta, uovo, grano, zucchero , e fiori d’arancio. Ogni ingrediente rappresentava qualcosa: lo  zucchero era simbolo di dolcezza, le uova della fertilità e così via. Pare che Partenope avesse gradito particolarmente i doni, creando questo dolce.

Ingredienti:
Per la pasta frolla:
Farina 250 gr.
Strutto 50 gr.
Zucchero 80gr.
Uova 1 intero
Latte 40 gr.
Mille fiori 1 fiala

Per la crema di grano:
Grano cotto 200 gr
Latte 80 gr
Burro 25 gr

Per il resto del ripieno:
Ricotta 200 gr
Zucchero 180 gr
Cedro candito 50 gr
Mille fiori 1 fiala
Uova 2 intere e 1 tuorlo

Per decorare:
Zucchero a velo

Procedimento:
Impastiamo la pasta frolla e cuociamo il grano. Una volta che il grano si è raffreddato, aggiungiamo gli altri ingredienti. Gli albumi vanno montati a parte. Una volta preparato il tutto, mettiamo le nostre pastiere in forno a 180 gradi x 40 minuti.
(Nota bene puoi sostituire anche il grano con il riso)
E voi come preparate la pastiera?

Alessia De Luca

 

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.