Skip to content

be kind

Il 13 novembre si celebra la giornata mondiale della gentilezza che è nata per volere di un movimento, il Japan Small Kindness Movement, istituito a Tokyo nel 1988. Dall’istituzione di questo movimento locale si è arrivati nel 1996 al movimento globale, il World Kindness Movement che promuove la gentilezza in tutto il mondo. Anche in Italia, dal 2000, esiste questo movimento e ha sede a Parma. La gentilezza va sempre ricercata nelle persone, essa implica a tenere un atteggiamento sano ed equilibrato molto funzionale nei rapporti interpersonali, molto profondo che comprende generosità, umiltà e disponibilità. Tutto questo nasce da una reale disposizione interiore che si traduce però in fatti concreti, nulla a che vedere con forme superficiali di cortesia o formalità, con il buonismo, né tantomeno con l’ipocrisia e la mancanza di autenticità. Va rifiutata quella forma di comportamento che sia appunto solo formale, i sorrisi stereotipati o la gentilezza manipolatoria. In parole più semplici questa qualità va spiegata così: si tratta semplicemente di essere generosi, premurosi e cordiali, attraverso i nostri pensieri, parole e azioni, tutto qua. Infatti sono i piccoli gesti quelli più apprezzati, come salutare una persona, sorridere per condividere il nostro stato d’animo e ringraziare; “grazie” è la parola più rappresentativa della gentilezza. Se vi è mai capitato di osservare delle panchine colorate installate in determinati luoghi, tipo piazze, vie ecc… già sapete che se è di colore viola, quella è una panchina che simboleggia la gentilezza. La scelta del colore viola non è stata casuale, ma mirata, infatti questo colore deriva dall’unione del rosso che simboleggia la concretezza e del blu che indica la profondità. Forte è il desiderio di gentilezza e lo si capisce anche dagli eventi che vengono organizzati: le librerie con incontri di lettura sul tema, le gallerie fotografiche attraverso immagini e poster e i comuni intenti ad organizzare con le associazioni locali dei festival con tavole rotonde, laboratori ed eventi diffusi che declinano il tema della gentilezza in diverse aree. Ricordiamoci di essere gentili, sempre.  

 

Roberta De Tommaso

  

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.